Cookie Policy

schermata-2016-09-30-alle-09-55-37AGRICOLTURA BIOLOGICA DAL 1996

 

Una soluzione scelta per il rispetto della natura

Quando François Schneider posò gli occhi sopra questo angolo incontaminato di Toscana, che versava da una ventina d’anni in stato di abbandono, la scelta del biologico gli è sembrata inevitabile, la sola strada da percorrere per ridare vita a questi luoghi.

I terreni coltivati sono isolati da folte zone boschive e sono dunque preservati da qualsiasi contaminazione esterna.

La certificazione biologica per l’intera produzione è stata ottenuta già nel 1998.

La ricerca dell’equilibrio naturale

L’altitudine permette di gestire con efficacia le malattie che possono attaccare le nostre colture, senza l’uso di pesticidi chimici e prodotti di sintesi.

Una buona gestione degli inerbimenti e del lavoro dei suoli ci consente di avere terreni fertili e vitali senza alcun uso di concimi chimici.

Il risultato è una terra più fertile, un ambiente più sano per vivere e per lavorare e prodotti più genuini per il consumatore finale.

Dal 2009 è stato introdotto alcune pratiche tratte dalla filosofia biodinamica, come ulteriore approfondimento del metodo biologico.

Custodi della Biodiversità

La terra che lavoriamo è unicamente sotto la nostra custodia ed è nostra responsabilità consegnarla alle generazioni future così come ci è stata tramandata, evitando tutte le pratiche che la rendano sterile e condividendola con tutti gli altri suoi abitanti.